Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

I requisiti per fare la modella, i requisiti per fare i modelli, fare la modella, fare il modello

Il mondo della moda

Come non esiste un unico tipo di lavoro nella professione di modella o modello, mentre invece esistono diversi generi di modelling, così non esistono dei requisiti unici per tutti i tipi.
Succede invece che i tipi di lavoro più ambiti (altamoda, pubblicità, redazionali) impongono dei requisiti più restrittivi, mentre altri tipi di lavoro sono meno severi. Esistono quindi diverse possibilità e quindi diversi "obiettivi" ai quali un modello o una modella possono puntare.
Quindi non disperare se non possiedi gli esatti requisiti ad esempio per diventare un indossatore o un'indossatrice, prova invece a rivolgerti a generi di modeling meno restrittivi, per i quali magari hai caratteristiche più appropriate. Ma in ogni caso continua a leggere questa pagina per capire quali sono i requisiti essenziali per diventare modella o modello...

PRIMA DI TUTTO
Tra i giovani la professione di modella o modello è oggi particolarmente ambita. Non sono quindi pochi coloro che tentano questa via ma sono certamente meno coloro che riescono a percorrerla. I livelli più alti, in particolare, sono traguardo di pochi, che vi arrivano anche e soprattutto grazie alle loro doti fisiche e di personalità.
Se vuoi vere gratificazioni da questa professione sia economiche che morali, mettiti di fronte ad uno specchio, con una rivista di moda in mano e in lucida tranquillità, potrai valutare se, dove, e quanto puntare, e poi iniziare la tua affascinante avventura. L'obbiettività è in questo caso fondamentale. E ora...

IL CORPO
Quello che prima di tutto salta agli occhi, nella valutazione di una modella o di un modello, è indubbiamente il suo aspetto fisico. Riguardo a ciò le richieste sono in parte diverse a seconda del livello e del tipo di lavoro:

Sfilate

Le caratteristiche fisiche richieste ad una indossatrice o a un indossatore sono molto più ristrette di quelle di altri tipi di modelle/i, dato che è indispensabile poter indossare perfettamente gli abiti campione delle collezioni degli stilisti, i primi ad essere confezionati.

Per le donne l'altezza minima è di 175 cm, nel caso di sfilata su passerella, la taglia è la 38 e la 40. Per gli show-room, che sono sfilate per un numero ristretto di spettatori (spesso è il solo cliente interessato ai capi mostrati) l'altezza minima può scendere a 170 cm, la taglia può salire sino alla 42. Chi sfila negli showroom di solito ha comunque già sfilato in passerella, mentre è più difficile il contrario (arrivare in passerella dagli showroom). Per gli uomini l'altezza minima è invece attorno ai 185 cm, mentre la taglia va dalla 46 alla 50.
E' quasi superfluo dire che a un'indossatrice o un indossatore, è assolutamente richiesta quella scioltezza, fluidità ed eleganza di movimenti che permettono di valorizzare al massimo la bellezza e la vestibilità del capo indossato e che non necessariamente sono richiesti allo stesso grado sul set fotografico.

Set di moda
I servizi fotografici di moda, che comprendono i redazionali, la pubblicità e i cataloghi, sono generalmente un po' meno rigidi. Si tenga comunque presente che per molti servizi i capi utilizzati sono gli stessi delle sfilate (capi campione), cosa che limita nuovamente le misure a quelle del punto precedente.
Per le donne l'altezza minima non può essere inferiore ai 172 cm. Ci sono agenzie che non scendono però sotto i 174 cm. La taglia è invece la 40 o la 42.
Per i cataloghi l'altezza minima può scendere ai 170 cm, anche perché per i relativi servizi fotografici non vengono di solito utilizzati i capi campione.
Per gli uomini l'altezza minima è di 182 cm. La taglia va dalla 44 alla 50.

Beauty
Nei servizi di beauty é difficile riuscire a stabilire l'altezza di una modella confrontandola con oggetti usuali dei quali si conoscono aprossimativamente le dimensioni (ad esempio una sedia), dato che spesso vi compare solo una parte del corpo.
Per questi motivi per i servizi di beauty non è solitamente necessaria un'altezza particolare. E' invece assolutamente indispensabile una pelle perfetta e un viso grazioso e fresco. Anche la bellezza degli occhi, la profondità e il fascino che emanano può essere determinante per servizi dedicati ai trucchi per gli occhi, come può esserlo la bocca per il rossetto.
Anche per il beauty vale che, pur essendo un genere specifico, le modelle impiegate nella quasi totalità dei casi posino anche per servizi di altro genere, sia perché le agenzie a cui appartengono sono le stesse, sia perché, essendo pochi i servizi di beauty rispetto a quelli di altri generi, lavorare con continuità con il solo beauty è molto difficile.

Commerciale
Il commerciale non ha gli stretti requisiti dei generi appena visti. Certamente anche quì la bellezza, ha la sua importanza, mentre l'altezza preferita si aggira sui 170 cm.
Ma caratteristica di questo genere è presentare un prodotto "affiancato" da una persona che lo caratterizzi e lo avvicini al pubblico a cui è rivolto. Per questo la bellezza richiesta nella moda, non è qui necessaria come nei generi precedenti, almeno non lo è agli stessi livelli. Per vendere una cucina componibile, non è indispensabile farci figurare una meravigliosa modella: una attraente signora di 35 anni, può essere l'ideale.

Costumi e intimo
I costumi e l'intimo hanno requisiti all'altezza di quelli dei cataloghi. E' importante un fisico asciutto ma non "eccessivamente magro" e la seconda o la terza di seno.

Glamour
Per il glamour la situazione è in parte diversa dai generi precedenti. Vi si dedicano infatti, non solo professionisti che devono vendere il propio lavoro, come nel commerciale e nella moda, ma anche molti dilettanti. Di conseguenza i requisiti differiscono in parte a seconda di chi fa le foto e del motivo per cui le scatta.

Nel glamour professionale, la bellezza richiesta ad una modella è ai livelli dei servizi di moda, o comunque molto vicino. L'altezza minima è un po' inferiore, mentre la taglia può arrivare anche alla 46. Un apetto formoso ma proporzionato, una giusta dose di disinibizione e la capacità di esprimere la propria sensualità sono caratteristiche vincenti.
La maggior parte dei fotoamatori esige meno, dato che il prodotto dei loro servizi non ha bisogno di competere sul mercato per poter essere venduto. E' quest'ultimo un bacino abbastanza vasto con molte opportunità per modelle anche dalle misure non proprio perfette.

Nudo
Per il nudo vale in gran parte quello che è stato detto per il glamour. Per un servizio di nudo che deve comparire su una rivista, i requisiti della modella saranno abbastanza restrittivi anche se non quanto quelli della moda.
Uno studio personale di un professionista invece, e ancora più i servizi effettuati da molti fotoamatori, hanno di solito esigenze meno strette e selettive: disinibizione, un viso piacevole e un corpo proporzionato sono spesso sufficienti.

Modelle "OverSize"
Quanto abbiamo detto sinora si riferisce chiaramente alle misure "standard" per modelle e modelli, quelle cioè a cui da sempre si fa riferimento. Per completezza è bene notare che da un po' di tempo alcuni stilisti e case di moda hanno delle apposite collezioni per persone con una linea non proprio "perfetta".
Questo ha dato spazio alla nascita di una nicchia per modelle con misure più abbodanti di quelle standard e a relative agenzie che le rappresentano. Per le taglie "over size" non si va comunque generalmente più in la della 48. Una nota agenzia di questo tipo è ad esempio Ciao MAgre.

PERSONALITA' E CARATTERE
Le doti fisiche, lo abbiamo già detto, sono necessarie, sono la base. Ma poi, serve anche altro. L'immagine della modella capricciosa infatti, a cui grazie al proprio fascino e bellezza tutto è permesso, nella quasi totalità dei casi non corrisponde al vero. Nella realtà quella di modella o modello è una professione come altre, in cui per poter riuscire sono richieste doti di carattere e volontà.
Determinazione è la prima dote indispensabile. Significa continuare nel proprio intento anche di fronte alle difficoltà che inevitabilmente si presenteranno. Non perdersi d'animo, tenere duro e andare avanti.
La responsabilità è un'altra qualità che chi ne è privo si accorgerà presto di dover sviluppare. Significa sapere che con noi lavorano altre persone e che i nostri errori di leggerezza andranno a compromettere il lavoro di tutti. Una modella irresponsabile, che arriva in ritardo, o con le occhiaie per la serata precedente passata in discoteca, sarà presto classificata nell'ambiente come inaffidabile.
La capacità di stare con gli altri è un'altra dote che facilita le cose. Essere disponibili verso chi lavora con noi, gentili, propositivi, positivi, rende le cose più piacevoli e soprattutto fa sì che gli altri ci ricorderanno come persone "con cui è bello lavorare" e saranno disposti a offrirci nuovi lavori.
L'abilità di pianificare la propria carriera e di intessere relazioni a tal fine, dandosi obiettivi e guardandosi intorno con lucidità per valutare le diverse opportunità, è un fattore spesso decisivo. Non sono gli altri che devono cercarci, ma siamo noi che dobbiamo proporci, attravreso i giusti canali, nel modo giusto e nelle giuste occasioni.
Ultimo ma non meno importante è un vivo interesse per quello che si fà, accompagnato da curiosità e voglia di sperimentarsi. Si riesce meglio, infatti, in quello che piace di più e con l'interesse e la curiosità tutto è più piacevole e facile.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu